L'isola del tesoro
di Robert Louis Stevenson

... Era un uomo alto, robusto, pesante, con la pelle scurita dal sole. Sulle spalle del mantello blu, piuttosto sporco, gli scendeva un codino incatramato; aveva le mani rugose, piene di cicatrici, con le unghie nere e spezzate. ...
...L'Hispaniola si rifletteva su quello specchio perfettamente liscio, dalla cima dell'albero fino alla linea di galleggiamento, in tutti i particolarik compreso lo stendardo nero appeso al pennone.
Di fianco alla nave era ormeggiata una delle scialuppe, e a poppa distinsi Silver, mentre un paio di uomini si sporgevano dagli spalti. ...

... E infatti non m'ingannavo: un attimo dopo udii il suono distinto, anche se basso, di una voce umana che, mentre me ne stavo lì con le orecchie tese, si faceva man mano sempre più forte.
Mi venne una gran paura, e strisciai sotto le foglie della quercia più vicina, acquattandomi lì più silenzioso di un topolino. Rispose un'altra voce, e poi riprese la prima, che ora riconobbi per quella di Silver. ...

 

...Quaranta passi più avanti giungemmo al limitare del bosco e vedemmo il fortino davanti a noi. Ci accostammo alla palizzata più o meno al centro del lato meridionale, ma contemporaneamente sette ammutinati (Job Anderson, il nostromo, in testa) spuntarono urlando dall'angolo sudoccidentale. Si fermarono stupiti e, prima che si fossero ripresi, non solo io e il cavaliere ma anche Hunter e Joyce, dal fortino, riuscimmo a fare fuoco. ...

...Io ero legato con una corda attorno alla vita, e seguivo ubbidiente il cuoco di bordo che reggeva l'altra estremità della corda, o con la mano che aveva libera, o tra i denti robusti. Sembravo proprio un orso ballerino.
Gli altri uomini portavano carichi diversi: chi picconi e vanghe, chi la riserva di carne, pane e brandy per il pasto di mezzogiorno. ...

...Improvvisamente, una decina di metri più in là, li vedemmo arrestarsi di colpo, con un grido soffocato. Silver aumentò il passo, scavando il terreno con la stampella come un indemoniato, e dopo un attimo anche io e lui cifermammo di botto.
Davanti a noi c'era una buca profonda, scavata non troppo di recente, perchè i lati si erano sfaldati e sul fondo era spuntato qualche filo d'erba. ...